Ricetta della Porcellana fredda

Pubblicato il : 09/06/2018 22:38:27
Categorie : Tutorial

Ricetta della Porcellana fredda

Pasta di mais detta Porcellana Fredda ( porcellana fria )

  • Gr. 150 Maizena

    Gr. 250 colla vinilica consiglio la Neolit 50 L

    1 cucchiaio di olio di vaselina

    Gr. 50 polvere di ceramica finissima e di buona qualità

    1 cucchiaino di olio essenziale di lavanda

     

    Procedimento:

    In un pentolino antiaderente (tipo un padellino piccolo da 15 cm, non la padella larga) unire la maizena e la polvere di ceramica, e girare bene. Aggiungere la colla vinilica, l'olio di vaselina e l'olio essenziale di lavanda, e miscelare tutto fino a farla diventare una crema. Lasciate riposare una decina di minuti così che la polvere di ceramica si inumidisca.

    Mettere il padellino sul fuoco a fiamma molto bassa e continuare a girare il composto, fino a quando diventa una palla e si stacca dalle pareti del pentolino. Se la palla di pasta all'interno e' ancora appiccicosa, continuare a tenerla nel pentolino e schiacciarla con le mani e girarla un paio di volte.

    A questo punto, mettetela su della carta da forno, sporcatevi le mani di olio di semi e lavoratela ancora calda come la pasta della pizza fino a renderla liscia ed omogenea. Ungete la superficie della palla con della crema tipo Nivea, in modo che non si secchi la superficie, ed avvolgerla nella carta oleata e farla raffreddare 10 minuti. Avvolgetela nella carta forno in modo che assurda l’umidità cambiatela un paio di volte e poi mettetela in un sacchetto di plastica cercando di non fasciare aria.

    Tanti aggiungono anche il bianco di titanio all'impasto, ma io non lo consiglio, perchè schiarisce anche i colori che andrete ad aggiungere, quindi se volete un impasto più bianco, sostituite la maizena con la frumina. Potete utilizzare qualsiasi tipo di colore a vostra disposizione.... acrilici, ad olio e a tempera,o quelli alimentari, tenendo presente che il colore della pasta, asciugandosi si scurisce, quindi procedete con il colorare la pasta in modo moderato.

    Per i gambi dei fiori se non li avvolgete con la guttaperga, si deve fare un panetto senza polvere di ceramica , perchè questo componente rendono la pasta molto dura, e quindi si potrebbero spezzarsi.

    Eventualmente se fatti con la pasta con dentro la polvere di ceramica quando asciutta scaldate il gambo con il fon nel punto dove volete piegarlo la pasta di ammorbiderà e lo potete piegare senza spezzarlo.

    Buon Lavoro

    P.S. Ringrazio la Sig.ra Paola Avesani,che in tanti anni di frequentazione ha trasmesso a me, e a tante altre signore con l'hobby della porcellana fredda la ricetta e tutti i segreti  per una pasta perfetta.

Condividi